giovedì 29 ottobre 2009

And he really did it


Michael Beasley è un ragazzone di vent'anni che l'anno scorso fu chiamato a giocare tra i professionisti del basket americano dalla squadra di Miami, gli Heat. Non uno fra i tanti, ma il secondo - il secondo - tra i migliori universitari. Poi Michael s'è infilato in un tunnel. L'estate scorsa è finito in rehab a Houston quando sulla sua pagina Twitter ha cominciato a scrivere messaggi che hanno allarmato gli amici, e la pagina alla fine gliel'hanno pure chiusa, perché sullo sfondo di una foto postata per mostrare i suoi nuovi tatuaggi, si intravedeva della droga.
Beasley ha accettato il trattamento, condizione che consente di evitare sanzioni nella Nba, e a settembre è tornato ad allenarsi coi compagni. Qualche giorno fa, altre 7 foto di Michael sono state caricate su TMZ.com, e tra quelle ce n'era una in cui si vedevano diverse bottiglie di birra sul tavolino di una barca. Beasley ha giurato che lui non beve, e il capitano della nave gli ha fatto da garante: non ha toccato né consumato alcol durante la gita. Anche la squadra stavolta gli ha creduto, così il giovane Michael ha evitato nuovi guai.
All behind me. I'll do whatever I have to do.
Questo per dire che la Nba è cominciata. Che Miami ha esordito battendo New York. Che Beasley ha giocato dall'inizio e segnato 21 punti. Che la mia preferita Philadelphia non mi pare abbia chance, e allora spero sia l'anno dei Cavaliers di Cleveland (anche se hanno perso subito con Boston), dove Shaq è arrivato ad aiutare Lebron James, e dove si stanno sottovalutando gli arrivi di Jamario Moon e Anthony Parker da Toronto. Comunque se la giocheranno. Con Boston e Lakers; qualcuno dice pure San Antonio. Il mio preferito, Iverson, ha cambiato di nuovo squadra ed è finito a Memphis.

Vecchie cose dette sulla Nba
La donna che ha salvato i Lakers
La polizza sui canestri
Perché siamo stati dei signori

FILM
Basta vincere (William Friedkin)
Forget Paris (Billy Crystal)
He Got Game (Spike Lee)

LIBRI
Jim entra nel campo di basket (Jim Carroll, Frassinelli)
Più di un gioco (Phil Jackson, Baldini Castoldi Dalai)
Heroes (Daniele Vecchi, Libreria dello Sport

CANZONI
Basketball (Kurtis Blow)
Jam (Michael Jackson)
I Wish (Skee Lo)

2 commenti:

elena petulia ha detto...

Off topic. Sei un uomo fortunato. Guardavo il tuo friendfeed e tu leggi chi ti legge. Chiudo la porta.

ottanta/cento ha detto...

Tsk.