venerdì 16 aprile 2010

Sotto la lingua

Ovviamente avete amato Closer. E ovviamente la scena di Silvio Orlando e Margherita Buy quando finalmente si lasciano nel Caimano, che proprio mentre si stanno lasciando, dalle auto si salutano, e si risalutano, e non si lasciano mai.
I due film (quella scena lì) hanno in comune una cosa. Damien Rice. The blower's daughter. I can't take my eyes off of you. Non riesco a toglierti gli occhi di dosso. E poi I can't take my mind off of you. Non riesco a toglierti dalla mia testa. And so it is. E così è. E' una delle perle di 0, straordinario disco d'esordio dell'irlandese.
Tutto questo per dire che Damien Rice sta preparando il suo terzo cd, e che in giro esiste già un singolo (Under the tongue) che vi fa stracciare. Lo trovate qua

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma dico io, quando lavori? Cazzo io non ho il tempo di una ceretta e tu infiocchetti? ahhhh

ottanta/cento ha detto...

Sono l'Inarritu di Bagnoli in Laterano. Non so fare una cosa sola nello stesso istante