giovedì 4 settembre 2008

un po' risi e un po' wong-kar-wai

E' come Godot. Ma più beffardo. E' come il Deserto dei Tartari. Ma più nero. Nella Settimana della Critica a Venezia c'è questo piccolo film (Pinuccio Lovero, sogno di una notte di mezza estate) che in tanti definiscono un gioiellino. La storia è incredibilmente vera, e il trailer è magnifico.

2 commenti:

elena petulia ha detto...

C'è da impazzire, con questo Festival. Riusciranno i nostri eroi a starci dietro?

ottantacento ha detto...

Gli amici che l'hanno visto dicono che 'sto becchino merita