venerdì 18 giugno 2010

La Napoli di Saramago

L'inferno non è alle spalle se i cittadini restano indifferenti. Fate come nella mia Lisbona. Negli ultimi quattro anni, dopo aver toccato il fondo del degrado, e grazie a una gestione delle cose del tutto diversa dal passato, abbiamo rialzato la testa
[a Galassia Gutenberg, febbraio 1994]

1 commento:

Picasso Petzschner ha detto...

Non sono un gran lettore (per usare un eufemismo), ma conobbi Josè Saramago per la prefazione al libro "il maratoneta" di Luca Coscioni. E poi per tutte le sue battaglie civili, e per il diritto alla vita vera, che si sceglie...
P.s. Ho visto che hai messo il mio spazio su tennis.it tra i blog amici, ti ringrazio. nel mio percorso schizoide, lì continuerò a pubblicare ogni tanto. Ho deciso di riprendere a scrivere soprattutto nel blog.
Saluti