lunedì 20 giugno 2011

L'aereo precipita e io non so cosa mettere

- Pa'.
- Mmm...
- Perché quella signorina fa quei gesti?
- Sta spiegando come ci si comporta in aereo in caso di problemi.
- Quali problemi, pa'?
- Ma no, niente.
- Perché sta mettendo quella maschera sulla faccia?
- Be'... mmm... cioè... lì c'è ossigeno: nel caso in cui una persona avesse bisogno di respirare meglio.


- Io ho bisogno di respirare meglio.
- Tu?
- Sì.
- Perché?
- Ho il raffreddore.
- Ma la mascherina non è per il raffreddore.
- E perché sta mostrando le uscite?
- Te l'ho detto. In caso di problemi.
- Quali problemi, pa'?
- Allora. Se la macchina buca una ruota, noi accostiamo e la cambiamo. Giusto?
- Pa', tu non la sai cambiare.
- Vabbe', dico noi per dire noi accostiamo e chiamiamo qualcuno che la cambia. Giusto?
- Ma l'aereo non ha le ruote.
- Ecco. Allora. Se per esempio si guasta un'ala, oppure si inceppa un motore...
- E perché ora sta mettendo quella specie di salvagente?
- Te lo stavo spiegando. Non succede mai, però in aereo devono prevedere che si debba uscire prima di atterrare... per un contrattempo.
- Col salvagente?
- Sì. Col salvagente.
- Attraverso questi scivoli disegnati su questo foglio?
- Ecco. Bravo. Questi.
- E si scivola nel mare?
- Esatto.
- Pa'.
- Mmm...
- E il costume non ce lo mettiamo?

3 commenti:

elena petulia ha detto...

E poi, vogliamo parlare della bellezza del titolo?

Idefix ha detto...

:) e buone vacanze

ottanta/cento ha detto...

@ elena
Sono i fumi dell'alcol

@ idefix
e grazie