sabato 8 agosto 2009

E allora quest'anno niente cocco


Se per caso non avete pregiudizi sul meridione, e magari avete vinto anche la paura per la crisi rifiuti e la psicosi da mozzarella alla diossina dell'anno scorso; se per caso vi state avvicinando dalle mie parti - la Campania - per le vacanze, sappiate che:
- a Capri non è consentito passeggiare con gli zoccoli in centro, e un picnic vicino al mare costa dai 25 ai 500 euro di multa;
- a Maiori è vietato il bagno di notte
- a Capitello, frazione di Sapri, stessa cosa
- a Marina di Camerota la musica si ferma a mezzanotte
- a Sorrento non troverete artisti di strada fermi nello stesso posto per più di 15 minuti perché è vietato; e se aspettate che qualcuno vi consegni in strada un volantino pubblicitario d'una pizzeria, un ristorante, una gelateria, un bed & breakfast, una pensione, scordatevelo, perché pure questo è vietato
- ad Atena Lucana niente alcol dopo l'una
- a Scario multa per chi gira a torso nudo
- a Eboli multa di 500 euro per effusioni in macchina
- a Ravello non si mangiano panini vicino al duomo
- ad Amalfi non si gira per il centro storico senza maglietta
- a Positano è un po' come a Capri: in più il parroco distribuisce veli alle donne che si accostano alla chiesa
- palloni, racchettoni e affini, che ve lo dico a fare

Detto ciò, me ne vado qualche giorno a fare due bagni un po' più a nord. Dove, leggo, pure esiste un divieto: la vendita in spiaggia.

1 commento:

idefix973 ha detto...

e dire che qualche anno fa su un giornale di annunci lessi: cercasi venditori di cocco per spiagge riviera romagnola. Poi dicono che la disoccupazione aumenta.