martedì 31 agosto 2010

C'erano un filosofo, uno scrittore e un fuoriclasse

Una nota condivisa su Facebook e attribuita a un certo John Baez - rilanciata da robertodragone.tumblr.com - in cui una serie di filosofi e scrittori entrano in gelateria, e ognuno di loro avanza una richiesta. E poi non vi rovino la sorpresa. Ma c'è pure Maradona.

Kierkegaard entra dal gelataio.
Commesso: “Buongiorno. Desidera?”
Kierkegaard: “Vorrei un gelato. Alla fragola. No, aspetti. Al limone. No, scusi, menta. Oddio, c’è anche la stracciatella… Allora, no facciamo che fragola andava bene. Cono. No, scusi, coppetta. No cono. Al limone. Senta, decida lei. No, scusi, decido io. No, decida lei. (Comincia ad ansimare in preda ad una crisi di panico). Allora, facciamo limone e fragola. No, meglio menta e fragola. Nella coppetta. Decida lei. No, decido io. No, decida lei. Senta, facciamo così: lasciamo decidere a Dio.”
Dio: tace.
Kierkegaard “A posto così.” Ed esce fischiettando, contento, senza gelato.

Platone entra dal gelataio.
Commesso: “Buongiorno, desidera?”
Platone: “Una coppetta da due euro, cioccolato, amarena e menta.”
Il commesso lo serve. Platone mangia, sbuffando di quando in quando.
Commesso: “C’è qualcosa che non va?”
Platone: “Guardi… Non vorrei offenderla… Questo gelato non è male… Però, come quelli che mangiavo nell’iperuranio… Vabbè, fa lo stesso.”
Lascia il gelato a metà e se ne va, triste e deluso.
[per intero qui]

3 commenti:

panchester united ha detto...

entra ungaretti.
commesso: "desidera?"
"millilitri di menta"

ottanta/cento ha detto...

Panchester, questo è il tuo nuovo filone. Scaténati

Anonimo ha detto...

ma che john baez e john baez.... quello l'ho scritto io quest'estate!!! se non vi fidate, contattatemi a panda_nero@libero.it..... non ci credo, ho scoperto adesso adesso che ha fatto il giro di internet!!!